Archivio

Archivio Febbraio 2012

Bologna. Cresce la mobilitazione contro il People Mover. Intervista a Vanni Pancaldi

29 Febbraio 2012 Commenti chiusi

Intervista  a cura di Stefano Radaelli

Che cos’è il People Mover? Il People Mover (PM) è una monorotaia sopra-elevata che collegherebbe in circa 7 minuti la Stazione Centrale di Bologna all’Aeroporto ‘G. Marconi’ lungo un percorso di 6 km. Era stata pensata inizial-mente come un sistema leggero a basso costo per i passeggeri TAV in arrivo da Firenze, quando c’era un’ipotesi di accorpamento su Bologna di voli e passeggeri da quell’area. Nel tempo si è trasformata in un’opera molto costosa (100 milioni di euro) per la cui realizzazione si è passati dall’appalto (a carico pubblico) al Project Financing (a carico di privati). Il costo per passeggero trasportato doveva essere di 7 Euro e la concessione in gestione di 35 anni, al termine della quale l’opera sarebbe diventata pubblica; nel frattempo, però, il costo del biglietto previsto è au-mentato a 7,50 euro e la concessione è passata da 35 a 40 anni.

Prosegui la lettura…

Categorie:Società Tag:

Come e perché nasce il movimento dei Forconi

29 Febbraio 2012 Commenti chiusi

di Piero Acquilino

L’inizio del 2012 è stato caratterizzato da nuovi movimenti di protesta contro il governo Monti. Forconi e Forza d’urto in Sicilia, tassisti e camionisti nel resto d’Italia hanno bloccato le vie di comu-nicazione e dato vita a presidi e cortei. La sinistra, in completo stato confusionale dopo l’eclissi di Berlusconi, non ha trovato di meglio che disquisire sulle ambigue e losche direzioni di questi movimenti e/o si è allineata, con qualche distinguo, alla politica governativa. Qualcuno, ai margini, ha fatto l’ovvia scoperta che si tratta di movimenti piccolo borghesi, ben lontani dalle sane e giuste lotte del proletariato, da isolare con un robusto cordone sanitario. Altri ancora hanno cercato di cavalcare l’onda, facendosi portare da un acritico entusiasmo per la radicalità di questi movimenti. Ciò che è mancata a tutti è un’analisi della prospettiva economica e sociale in cui si collocano questi movimenti.

Prosegui la lettura…

Categorie:Società Tag:

Tav, la protesta conquista la tangenziale

29 Febbraio 2012 Commenti chiusi

di Patrizio Romano, Maurizio Tropeano

Blocchi a Rivoli. Perino: ogni giorno avranno vita difficile I manifestanti convocano gli anziani: venite ai presidi

La prova generale di quello che potrebbe accadere nei prossimi giorni a Torino ma anche in altre città piccole e medie della provincia è il blocco temporaneo della tangenziale messo in atto da una cinquantina di attivisti a Rivoli. Per non parlare dello stop and go al traffico attuato a Villar Perosa sulla statale 23. «Faremo delle azioni improvvise che renderanno la vita difficile a chi vuole considerarci un parco giochi o degli indiani da spremere», ha spiegato Alberto Perino nel corso dell’assemblea popolare che si è svolta a Chianocco sotto l’autostrada A32 bloccata. Assemblea dalla quale è emerso l’obiettivo dei manifestanti: «Continuare la protesta fino a quando non verranno restituiti i nostri terreni che hanno illegalmente occupato alla Maddalena. O prima o poi andremo a riprenderceli, quei terreni».

Prosegui la lettura…

Categorie:Società Tag:

La protesta infiamma le piazze

28 Febbraio 2012 Commenti chiusi

di Maurizio Tropeano

“Luca è un eroe, assassini”. Dopo il tam-tam sul web manifestazioni da Milano a Palermo «Luca è stato un eroe, è caduto perché rincorso dalla polizia. Hanno fatto un’operazione da Stato di polizia e da Stato fascista. Qui noi continuiamo ad oltranza». Sono le sette di sera di questo lunedì di grande nervosismo in Valsusa. Le parole di Alberto Perino, uno dei leader del movimento, raccontano di una rabbia crescente tra i militanti No Tav e danno una versione dell’incidente di cui è stato vittima Luca Abbà che ha fatto il giro dei siti antagonisti e che il migliaio di persone che si è riunito in località Vernetto di Chianocco, dove da ore sono state bloccate l’autostrada e la Statale 25, riassume con uno slogan: «Assassini, assassini».

Prosegui la lettura…

Categorie:Società Tag:

APPELLO PER UNA NUOVA MARCIA NO TAV IN VALLE DI SUSA

22 Febbraio 2012 Commenti chiusi

di Movimento No Tav

DA BUSSOLENO A SUSA – SABATO 25 FEBBRAIO 2012 RITROVO DALLE ORE 13 IN PIAZZA DELLA STAZIONE A BUSSOLENO Il popolo NO TAV scenderà ancora una volta in strada per ribadire il proprio rifiuto al progetto inutile e devastante della nuova linea ferroviaria Torino-Lione. La manifestazione è stata organizzata in collaborazione con la Comunità Montana e l’assemblea dei sindaci della val Susa e val Sangone per ribadire l’unità del territorio nel respingere quest’opera. Sarà un’ occasione per rilanciare la mobilitazione e sancire la legittimità della resistenza in corso da mesi contro il cantiere di Chiomonte, area militarizzata. Esprimeremo anche in questa giornata la nostra vicinanza e solidarietà nei confronti delle persone arrestate e inquisite per aver lottato al nostro fianco e invitiamo tutte le loro famiglie a partecipare con noi a quella che sarà una grande giornata di testimonianza e gratitudine. Saranno bene accetti anche questa volta tutti coloro che giungeranno in valle per supportare le istanze del movimento NO TAV che sempre più sta diventando simbolo di riscossa per chi lotta contro i poteri forti e riferimento per le idee di un altro mondo possibile. Vi aspettiamo numerosi e determinati.

 

Categorie:Società Tag:

Dichiarazione di Esenbek Ukteshbaev e Ainur Kurmanov

15 Febbraio 2012 Commenti chiusi

Al direttore esecutivo del movimento panrusso “Per i Diritti Umani”, Aleksandrovitch Lev Ponomarev

Al direttore dell’Istituto per i diritti umani Valentin Michaelovitch Gefter

Da Esenbek Ukteshbaev, presidente del sindacato del Kazakhstan, ‘Zhanartu’ (‘Rinascita’), e Ainur Kurmanov vicepresidente del ‘Zhanartu’ Dichiarazione

Noi Esenbek Ukteshbaev e Ainur Kurmanov, presidente e vicepresidente del sindacato indipendente dei lavoratori del Kazakistan, ‘Zhanartu’ (‘Rinascita’) vorremmo allertarvi in merito al fatto che potremmo essere sottoposti ad un arresto o un sequestro e a una successiva deportazione nel territorio della Repubblica del Kazakistan, dove ci attendono inevitabilmente l’arresto e la prigione. Queste affermazioni si fondano sul fatto che a Mosca sono arrivati il capo del Dipartimento degli Affari Interni della regione di Mangistau, il colonnello Amanzhol Kabylov, con un gruppo di funzionari dei servizi segreti, per condurre trattative con i funzionari di polizia della Federazione russa. Siamo stati informati di questi fatti da giornalisti russi e dalle nostre fonti in Kazakhstan.

Prosegui la lettura…

Categorie:Società Tag:

Piattaforma della campagna di solidarietà con il Kazakhstan

15 Febbraio 2012 Commenti chiusi

Redazione

Obiettivi : La campagna di solidarietà con il Kazakhstan è stato istituita con lo scopo di coordinare in tutto il mondo la condanna verso il regime e le società internazionali che collaborano con esso. La campagne mira a sviluppare il massimo sostegno verso coloro che stanno lottando contro il regime e in particolare verso Ainur Kurmanov e Esenbek Ukteshbayev, obiettivi primari dello Stato.

La campagna chiede ai singoli sindacalisti e militanti politici, così come alle organizzazioni sindacati e altre organizzazioni di : a) aggiungere i loro nomi alla lista dei sostenitori della campagna b) inviare lettere di protesta contro la negazione dei diritti democratici in Kazakhstan c) rispondere agli appelli per il sostegno contro gli attacchi indirizzati contro attivisti dell’opposizione d) Inviare lettere di solidarietà con i lavoratori impegnati in scioperi e manifestazioni e) Aggiungere il proprio nome all’appello della campagna(qui) f) Fare una donazione attraverso il sito web e chiedere ai propri colleghi, amici e parenti di fare lo stesso.

Prosegui la lettura…

Categorie:Società Tag:

Il gelo non ferma il voto di domenica

12 Febbraio 2012 Commenti chiusi

di Raffaele Niri-Repubblica

MARTA che chiude al Crazy Bull. Basso che smentisce l’ Unità. Un appello di Rasetto al mondo dell’ economia. I settantadue presidenti di seggio chiamati alla “flessibilità assoluta”. Un gran lavorìo in zona Cesarini, pro Vincenzi, dei telefonisti di Italia dei Valori. Un appello di un centinaio di lavoratori Fincantieri, Amt, Aster, Carlo Felice per “un sindaco dei lavoratori”. Le Primarie del centrosinistra confermate, dopo uno scrupoloso controllo delle previsioni del tempo, per dopodomani – si trasformano in un gigantesco Helzapoppin dove, nel gran finale, può succedere davvero di tutto.

Prosegui la lettura…

Categorie:Società Tag:

Sinistra Critica aderisce all’appello “Un’altra Genova è possibile! Un sindaco dei lavoratori”

9 Febbraio 2012 Commenti chiusi

Genova – Sinistra Critica guarda positivamente all’appello “Un’altra Genova è possibile! Un sindaco dei lavoratori per Genova” promosso da alcune decine di lavoratori e delegati sindacali, per lanciare l’idea di una candidatura a sindaco alle prossime elezioni comunali a Genova che possa rappresentare il mondo del lavoro e le lotte sociali che hanno attraversato la città in questi anni sulle tematiche del lavoro, dell’ambiente e dei beni comuni.
“Troviamo molte assonanze –si legge in una nota- con la posizione espressa nei giorni scorsi dalla nostra organizzazione politica. Fuori dal gioco personalistico delle primarie del centrosinistra, Sinistra Critica ha infatti affermato il proprio impegno in un percorso, in vista delle prossime elezioni amministrative, che possa portare alla costruzione di una lista di sinistra anticapitalista, alternativa ovviamente alle destre ma anche alle politiche liberiste delle giunte di centrosinistra che hanno governato in tutti questi ultimi anni.
Riscontriamo pertanto convergenze con lo spirito di questo appello sui temi della difesa delle condizioni di vita di lavoratori e lavoratrici, dei beni comuni, del territorio e dell’ambiente, contro le privatizzazioni dei servizi pubblici.

Prosegui la lettura…

Categorie:Società Tag:

UN’ALTRA GENOVA E’ POSSIBILE! Un sindaco dei lavoratori per Genova Lavoro, ambiente, solidarietà e beni comuni

9 Febbraio 2012 Commenti chiusi

Pubblichiamo il testo dell’appello “UN’ALTRA GENOVA E’ POSSIBILE! Un sindaco dei lavoratori per Genova Lavoro, ambiente, solidarietà e beni comuni”. L’appelo é stato promosso da un gruppo di circa 60 lavoratori, delegati sindacali, studenti e protagonisti delle principali lotte degli ultimi anni.

Per adesioni: unsindacodeilavoratori@gmail.com

Facebook: Un sindaco dei lavoratori per Genova .

Genova è una delle città più importanti del nostro Paese che tra pochi mesi andrà alle urne. Una città con una tradizione di sinistra, di lotte che hanno saldato lavoro e democrazia: dalla Resistenza al 30 giugno ‘60 passando per il G8, fino alla dura lotta degli operai Fincantieri e dei dipendenti AMT. Anche per questo vogliamo dire no a quella che ci sembra a tutti gli effetti una grande sceneggiata. In Parlamento PD, PDL e Terzo Polo sostengono un governo impegnato a ‘tranquillizzare’ chi specula su di noi in Borsa. A Genova invece, le parti politiche si fronteggiano in una competizione in cui, invece di presentare soluzioni alternative ai problemi della città, ci vengono proposte semplicemente ‘facce’ abbinate a ricette ‘un po’ differenti’ di quella stessa minestra che a livello nazionale cucinano in modo bipartisan: tagli a lavoro, pensioni e servizi pubblici.

Prosegui la lettura…

Categorie:Società Tag: