Archivio

Archivio Giugno 2012

Nelle scorse settimane è partita la mobilitazione dei lavoratori

29 Giugno 2012 Commenti chiusi

di Antongiulio Mannoni

Finmeccanica. Quando la finanza si mangia il lavoro

Il Gruppo Finmeccanica negli ultimi mesi è tornato prepotentemente alla ribalta nelle cronache economiche e sindacali del Paese. Dopo le vicende giudiziarie che hanno travolto il gruppo dirigente precedente, di cui Pierfrancesco Guarguaglini e la moglie erano i capi indiscussi, anche i nuovi amministratori si trovano a fronteggiare una spinosa indagine internazionale per corruzione e tangenti circa la fornitura di elicotteri all’India. Tuttavia, non sono questi gli avvenimenti che attualmente preoccupano di più i circa 70mila dipendenti del Gruppo (16mila dei quali ingegneri).

Prosegui la lettura…

Categorie:Società Tag:

Emilia. Il M5Stelle alla prova dei fatti

29 Giugno 2012 Commenti chiusi

di Stefano Radaelli

Nell’autunno 2009, per iniziativa di Beppe Grillo e del suo consulente web Gianroberto Casaleggio, nasce il MoVimento 5 Stelle. Qualche mese prima le Liste Civiche a 5 Stelle hanno conquistato seggi in ben 30 comuni, fra cui alcuni capoluoghi di provincia come Bologna, Reggio Emilia, Modena, Ferrara, Pesaro, Livorno. Nel capoluogo emiliano il candidato sindaco a 5 Stelle, il ventinovenne Giovanni Favia, totalizza quasi 7500 preferenze, il 3,3%. L’esperienza di Favia in consiglio comunale, tuttavia, è interrotta anzitempo dallo scandalo che travolge il neosindaco Flavio Delbono e porta a 14 mesi di commissariamento. Le elezioni regionali e amministrative del 2010 rappresentano quindi il primo banco di prova per il neonato MoVimento, che assume un respiro sempre più nazionale. Stando alla mitologia ufficiale sono i MeetUp, i gruppi locali del movimento, organizzati attraverso l’omonimo social network e in cui ‘ognuno vale uno’, a scegliere i propri candidati. La realtà è un po’ diversa: spesso la scelta dei candidati è di fatto imposta dal ‘vertice’ non eletto del MoVimento, il tandem Grillo-Casaleggio, sulla base di criteri che nulla hanno di democratico. Ad ogni modo, sia in Emilia-Romagna che in Piemonte il M5S piazza due consiglieri in regione, ottenendo rispettivamente il 6% e il 3,67% dei voti. Nel comune di Bussoleno in Val di Susa, dove il M5S è attivo nella mobilitazione NoTAV, il candidato Davide Bono totalizza addirittura il 28,8% delle preferenze.

Prosegui la lettura…

Categorie:Società Tag:

Incontri segreti, scandali, immunità, deboli coi forti e forti coi deboli: QUESTA E’ LA VERA ANTIPOLITICA

29 Giugno 2012 Commenti chiusi

di Redazione

Resistenza, lotta, democrazia e organizzazione: QUESTA E’ LA NOSTRA POLITICA!

Il sistema politico italiano in questi mesi è stato travolto da un vero e proprio terremoto. I principali partiti perdono gli ultimi residui di credibilità (e decine di migliaia di voti) sotto i colpi degli scandali e/o delle stesse proprie scelte politiche. Il governo tecnico inviato dall’Europa per abbassare lo spread e ridare lustro all’immagine dell’Italia (almeno così ci è stato detto) fallisce clamorosamente il primo obiettivo e ormai – secondo i sondaggi – gode del consenso di un solo italiano su tre. Monti viene fischiato dai terremotati emiliani e criticato da Confindustria e dal Corriere. Esplodono le spaccature tra ministri (Passera e Grilli) e tra esponenti del Governo e i vertici della burocrazia statale (Fornero e l’INPS). A poche settimane dal terremoto in Emilia, un ex carabiniere e professore di ginnastica vicino al PDL viene messo ai vertici dell’Istituto Italiano di Vulcanologia, alla faccia dei ‘tecnici’. Non è semplicemente una crisi della politica. E’ un ciclone che travolge l’intera società italiana: dal calcio alla Chiesa cattolica. E se qualcuno aveva delle illusioni nella cosiddetta ‘società civile’ come alternativa alla vecchia classe politica le prime vicissitudini della giunta Doria a Genova rappresentano la migliore risposta.

Prosegui la lettura…

Categorie:Società Tag:

Bologna. Contestazioni a Monti

29 Giugno 2012 Commenti chiusi

di Redazione

Nasce il Partito di Repubblica ?

La lunga kermesse di Repubblica a Bologna tra giovedì 14 giugno e domenica 17 giugno in occasione dell’anniversario della fondazione del quotidiano è stato pubblicizzato oltre misura a livello nazionale e cittadino, con tanto di statua gigante a forma di ‘R’ montata e smontata (a spese di Repubblica?) in piazza Re Enzo. L’evento, battezzato ‘La Repubblica delle Idee’ ha visto la partecipazione di una fetta importante dell’intellighenzia del paese: ‘dell’Italia che conta’. I dibattiti allestiti per lo più nelle principali piazze della città sono stati molto seguiti e apprezzati da cittadini non proprio comuni o curiosi che si sono fatti accreditare per l’evento. I più fortunati di loro sono quelli che sono riusciti a procurarsi l’ambita maglietta dell’evento venduta in Piazza Santo Stefano per 20 euro, i più sfortunati si sono dovuti accontentare del cappellino con il logo del festival ‘la Repubblica delle idee’ per 10 euro o il portachiavi con il logo del festival a 5 euro.

Prosegui la lettura…

Categorie:Società Tag:

La Grecia dopo le elezioni del 17 giugno

29 Giugno 2012 Commenti chiusi

di Giuliano Brunetti

L’Europa vince, ma non ha una soluzione alla crisi

‘La potenza del capitale è tutto, la Borsa è tutto, mentre il parlamento, le elezioni, sono un gioco da marionette, di pupazzi’. Lenin, Sullo Stato

Le conseguenze della ‘cura greca’ imposta negli ultimi due anni dalla Troika al fine di scongiurare l’ipotesi del fallimento del paese, quindi dell’uscita del paese dalla zona Euro sono sotto gli occhi di tutti. In quattro anni l’economia greca si è ridotta del 20%, la classe media è stata letteralmente distrutta, la disoccupazione è salita oltre il 21%, il 51% tra i giovani, i salari nel settore pubblico sono scesi del 40%. La chiesa ortodossa distribuisce alle popolazioni ridotte alla fame una media di 250mila pasti al giorno e come se non bastasse il debito pubblico è schizzato al 160% del Pil. Di fronte alla gravità della situazione, la classe operaia é scesa più volte in campo imponendo alle direzioni sindacali ben diciassette scioperi generali. Questi scioperi sono nati dal rifiuto dei programmi di austerità, che i governi di coalizione hanno portato avanti seguendo le esigenze e le indicazioni della Troika.
Prosegui la lettura…

Categorie:Società Tag:

Serata internazionalista a sostegno dei lavoratori del petrolio e dell’opposizione socialista in Kazakhstan

24 Giugno 2012 Commenti chiusi

A maggio il tribunale di Milano ha chiesto il commissariamento di ENI in Kazakhstan accusandola di aver versato tangenti dal 2007 per circa 20 milioni di euro al genero del dittatore kazakho Nazarbayev. Ciò è avvenuto pochi giorni dopo la sosta di Monti in quel paese, dove ha incontrato il premier Masimov. Da notare che, fino alla sua nomina , l’ENI è stata difesa dall’attuale Ministro della Giustizia, Paola Severino. Dietro queste vicende di ordinaria corruzione c’è la storia di una mobilitazione sindacale di oltre un anno dei lavoratori kazakhi del settore petrolifero, che hanno pagato un tributo di sangue altissimo, centinaia di morti vittime di una repressione feroce, sull’altare degli interessi di grandi gruppi come l’ENI. Decine di dirigenti sindacali, lavoratori, i loro avvocati, esponenti dell’opposizione socialista, tra cui numerosi compagni dell’organizzazione sorella di ControCorrente in Kazakhstan sono stati arrestati, torturati, uccisi. L’ultimo tra questi Takhir Mukhamedzyanov, dirigente del Movimento Socialista del Kazakhstan, trovato morto qualche giorno fa, dopo essere stato più volte minacciato dalle forze del regime. Il Corriere della Sera ha  dato notizia dell’indagine su ENI, ma non un solo giornale ha dato notizia della repressione in corso. Per questo abbiamo lanciato anche in Italia la Campagna di Solidarietà Internazionale per i lavoratori del petrolio in Kazakhstan.

Prosegui la lettura…

Categorie:Società Tag:

I precari Amiu in consiglio comunale Una decina di lavoratori ha tentato di fare irruzione nella sala consiliare, qualche tensione, prima di essere accolti sugli spalti Leggi l’articolo completo: I precari Amiu in consiglio comunale | Liguria | Genova | Il Secolo XIX

13 Giugno 2012 Commenti chiusi

di Beatrice D’Oria-Il Secolo XIX

Genova – La protesta dei lavoratori precari di Amiu Bonifiche è arrivata in consiglio comunale. Una decina di loro ha tentato di fare irruzione nella sala consiliare, brevi momenti di tensione con i vigili urbani, poi sono stati accolti sugli spalti senza problemi. «Non abbiamo lavoro, non abbiamo un euro, fateci entrare», hanno urlato i lavoratori.

«A sette di noi che hanno inviato una raccomandata all’azienda per chiedere un’assunzione a tempo indeterminato e per bloccare i tempi di prescrizione per un’eventuale azione legale nei confronti dell’azienda, non è stato rinnovato il contratto». I lavoratori hanno ottenuto un incontro con l’assessore comunale alle Politiche del Lavoro Francesco Oddone entro una settimana.

In precedenza i lavoratori degli appalti Amt aderenti alla Cub trasporti avevano tenuto un presidio davanti al Comune contro i tagli al servizio ed «il peggioramento delle condizioni lavorative». La Cub Trasporti chiede, tra le altre cose, il finanziamento sicuro del trasporto pubblico locale e la ripartizione equa della Cig tra tutti i lavoratori dell’ appalto e non solo fra alcuni».

Categorie:Società Tag:

Un dirigente del Movimento Socialista del Kazakhstan é stato trovato morto

7 Giugno 2012 Commenti chiusi

In memoria di Takhir Narimanovich Mukhamedzyanov

Dichiarazione del sindacato Zhanartu e del Movimento Socialista del Kazakhstan

Il 5 giugno, gli amici e i colleghi di Takhir Mukhamedzyanov, che erano preoccupati che non si era presentato al lavoro dopo il fine settimana, sono andati al suo appartamento a Karaganda, dove hanno trovato il suo corpo. Mentre la causa della morte non è ancora nota, la scomparsa di Takhir, un sano ed energico cinquantunenne, è circondata dal sospetto. Anche perché Takhir aveva recentemente ricevuto minacce da “ignoti” che dichiaravo che si sarebbero ‘sbarazzarsi di lui’.

Prosegui la lettura…

Categorie:Società Tag:

LANDINI – Il segretario Fiom incontra i leader della sinistra: «Ma i metalmeccanici non si fanno partito» «La sinistra indichi una svolta»

4 Giugno 2012 Commenti chiusi
INTERVISTA – Loris Campetti
Puntare sul lavoro e cancellare le leggi di Sacconi e Monti-Fornero (queste ultime votate anche dal Pd). La Cgil proclami lo sciopero generale. I 5 stelle? Li guardo con attenzione
Il prossimo sabato a Roma il gruppo dirigente Fiom e una platea di delegati metalmeccanici chiederanno ai segretari dei partiti di sinistra e centrosinistra di spiegare quali idee e programmi hanno in mente per costruire un’alternativa alle politiche classiste e liberiste del governo Monti. Questo appuntamento, a cui si sono detti disponibili Bersani, Di Pietro, Vendola e Ferrero, ha creato un certo parapiglia. Ne parliamo con il segretario generale Maurizio Landini.
Categorie:Società Tag:

E il kazako comprò la casa del principe Andrea «Con tangenti Eni»

3 Giugno 2012 Commenti chiusi

E il kazako comprò la casa del principe Andrea «Con tangenti Eni»

di Luigi Ferrarella
Giuseppe Guastella

Il genero del presidente Nazarbayev compare nell’inchiesta milanese sui fondi della compagnia energetica italiana

MILANO – È con le tangenti pagate attorno agli appalti Eni in Kazakhstan che Timur Kulibayev, genero del presidente della Repubblica kazaka Nursultan Nazarbayev, nonché già presidente dell’ente petrolifero statale e del fondo sovrano di Astana, e dal 2011 membro del board della russa Gazprom, potrebbe aver in parte comprato dal principe Andrea la magione di «Sunning Hill Park», nel Berkshire tra Windsor e Ascot, che la Regina Elisabetta nel 1986 aveva destinato al figlio come residenza ufficiale di campagna quando il duca di York aveva sposato Sarah Ferguson. Il collegamento si affaccia ora da una inchiesta della Procura di Milano sull’Eni: e in particolare da un passaggio della richiesta di misura interdittiva con la quale il pm Fabio De Pasquale sta chiedendo, nell’udienza in corso davanti al giudice Alfonsa Ferraro, il commissariamento di una società operativa dell’Eni in Kazakhstan, Agip Kco, o in alternativa lo stop a negoziare contratti.

Prosegui la lettura…

Categorie:Società Tag: